martedì 14 gennaio 2014

Recap Women Challenge #4


Ok, in ritardo (coff coff, qualcuno ha detto ritardo?), butto giù velocemente l'ultimo recap della Women Challenge del 2013 anche perché dovrei aderire a quella del 2014, ecco.
Dunque: sarò breve, rapida e indolore. E, ci terrei a precisare, che questa è l'unica challenge che ho portato a termine e quindi vinto. Yeeeee :nacchere: :festosità: :stellefilanti:

Io prima di te di Jojo Moyes.

Adesso che ci ripenso non capisco perché non gli abbia dedicato una puntata di Francamente me ne infischio. Veramente un'inutile perdita di tempo. Ma lo sospettavo, quasi quasi me lo auguravo che fosse una ciofeca, per potergli poi dire (sì, parlo coi libri, problemi?) "gne gne gne, non sei mica bello almeno un quarto di Un giorno di David Nicholls!". E infatti posso dirglielo tranquillamente, non regge proprio il confronto. La protagonista poi, una demente patentata. "Storia romantica, dolce, tenera, scalderà i vostri cuori...". Sì, sì, certo certo. Tra un insulto alla protagonista e uno sbadiglio, forse... Pussa via, sciò sciò.


Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh.

A dispetto di chi dice che è lento, che si aspettava di più e blabla, io dico che per una volta, nonostante abbia la parola "segreto" nel titolo (una moda diffusasi a macchia d'olio negli ultimi due anni), faccia bella mostra di un faccione dallo sguardo attraente (altra moda soprattutto della Garzanti) e presenti frasi fuorvianti in copertina... A me è piaciuto. L'ho trovato dolce, tenero, avvolgente. Ed è il primo Garzanti bello che leggo dopo una sfilza di schifezze e di Francamente me ne infischio. Quindi è tutto dire.



Uno splendido disastro di Jamie McGuire.

Eccolo, il librone (due bei faccioni in copertina di un Garzanti, visto?) che si aggiudica il premio trash del 2013. Mai libro fu così brutto e insulso. Davvero una sciatteria editoriale. Anzi, una Shatteria. Ecco, il premio Shatteria (che ho instituito adesso) va proprio a lui, sebbene se la sia giocata con un altro titolo della Garzanti (questo qui). Povero Moccia, insultato così dai lettori italiani che poi leggono i/le corrispettivi di Moccia anglosassoni. Italico Moccia, io invece sono con te! Anyway anche qui, come in Io prima di te, sapevo già che si trattava di un libro brutto. Solo non immaginavo COSÌ brutto. Spero di leggerne uno così brutto anche nel 2014 perché ci vuole almeno una shatteria l'anno.

Morsi di ghiaccio di Richelle Mead.

Mi ha quasi convinta a non leggere il seguito della serie, ma se lo facessi potrei perdermi un potenziale Premio Shatteria per cui, ormai, tocca che finisca di leggere tutta la serie. Anche qui un bel faccione in copertina ma non si tratta della Garzanti, peccato. Meno orrori grammaticali in questa traduzione rispetto al primo volume ma è indicativo che ci abbia messo una settimana a finirlo nonostante il carattere 18 con cui è stampato e le forse 350 pagine complessive. Boring, boring, boring.

Ho vinto la challenge ma sono inciampata in diverse ciofeche scritte da donne (non che non ci siano ciofeche scritte da uomini eh, attenzione). Spero di leggere più libri belli quest'anno. Magari, ecco, evito quelli che so già saranno osceni, voi che dite?

8 commenti:

  1. Super complimenti per aver completato la sfida, bravissima!
    Buon proposito per il 2014, evitare di leggere libri che sai già in partenza essere delle ciofeche, che dici? :D
    Ci sono tante autrici valide là fuori!

    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, è che la "shatteria" ha pur sempre il suo fascino xD Il fascino del trash ^^

      Elimina
  2. Ciaao sono nuova è stato un piacere scoprire il tuo blog :)
    Il paragone Jamie McGuire-Moccia è venuto spontaneo anche a me ahah
    Il linguaggio segreto dei fiori invece mi intriga parecchio,dovrò leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta! ^^
      Spero che ti troverai bene tra queste pagine :D Il linguaggio segreto dei fiori mi è piaciuto davvero molto, eppure l'ho fatto aspettare tantissimo, porello!
      A presto ;)

      Elimina
  3. Ciao :D Mi sono imbattuta in questo blog grazie al Tag Thank you :D Sono felice che si sia diffuso così tanto anche se è nato da un'idea così semplice :3
    Anch'io ho adorato Il linguaggio segreto dei fiori, che ho finito pochi giorni fa, e l'ho divorato in soli tre giorni XD
    La tua presentazione mi piace molto, sai? Anch'io odio i canditi (ma lo zucchero a velo non mi dispiace) e sgranocchio semi di zucca ^^
    Ti seguirò volentieri...perciò nuova follower :D Se mai volessi passar da me per un salutino, per iscriverti o altro mi farebbe davvero piacere :D
    Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro subito a vedere e oh, benvenuta ^^

      Elimina
  4. il linguaggio segreto dei fiori ce l'ha una mia amica... visto che ne hai parlato bene me lo farò prestare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi torna a dirmi che ne pensi ;)

      Elimina