lunedì 27 giugno 2016

Photoshop non ti conosco, obbrobrio non ti temo, Paint ti amo 27 giugno – 3 luglio


Buongiorno!
Oggi sarei dovuta andare in palestra, alla lezione delle 9, ma non ce l'ho fatta. Ha vinto la pigrizia. Ho messo la sveglia, ho bevuto il caffè e poi niente, ho guardato il borsone e ho capito che non ce l'avrei mai fatta. Ho rimandato bellamente a mercoledì. Non perché io sia solo pigra eh, sia chiaro (anche se incide non poco), ma anche perché già alle 7.30 di mattina si suda che è una bellezza, uscendo dalla palestra alle 10.30 avrei dovuto poi chiedere a qualcuno di trasportarmi a casa dentro una borsa frigo.
Capite? Non se po' fà.
Per scrivere questa puntata ho dovuto combattere contro circa 2 interruzioni al minuto, tutte causate da domande più o meno esistenziali poste dalla vecchia.
Ora credo abbia trovato in che modo impiegare la sua attenzione per i prossimi dieci minuti per cui sbrighiamoci, parliamo subito delle uscite di questa settimana ché altrimenti mi chiama un'altra volta per una domanda importante ("Ma perché non vedo i sottotitoli nella puntata di TalDeiTali? Li ho messi e non ci sono!!").

Non avevo neanche capito che si trattava della silhouette di una donna. Ho fissato questa copertina per circa due minuti domandandomi che parte del corpo fosse e quale fosse l'angolazione.
Quel crisantemo gigante sulla sinistra diciamo che non è che mi ha proprio aiutata nel capire di che cosa si trattasse. 
Perché è un crisantemo, vero? Perché, se non è un crisantemo, questa faccenda assume strane sfumature fantascientifiche. 
La mano della tizia si sta sciogliendo per diventare un tutt'uno con il girovita e, dall'altro lato, prendono forma nuove forme di vita. 
Cos'è, un romanzo sci-fy? 703 ragioni per dire sì alla dominazione aliena? Me viè in mente la puntata di Mistero con Giovanna come protagonista, non so se ce l'avete presente, la tizia che diceva di essere stata l'incubatrice degli alieni. 
Questa non sarà mica la storia di Tamara, la serra vivente di crisantemi alieni? Una che veniva rapita e telepaticamente le veniva comunicato quando innaffià le piante che portava dentro di sé? Purtroppo, sebbene la prospettiva degli alieni giardinieri fosse interessante, L. F. Koraline s'è invece voluta piegà al classico romance. La scheda dice che questa è la storia di Eden Gari che ha venticinque anni e aveva perso la speranza nell'amore finché, un giorno, non incontra un uomo e "annega nei suoi occhi". Quell'uomo diventerà la sua passione ma anche la sua condanna (forse colleziona crisantemi 'sto tizio? Magari ha un vivaio) perché con lui scoprirà il piacere troppo proibito, ma robe che gente scioè ma de che stamo a parlà, mai un uomo l'aveva fatta sentì una donna tutta d'un pezzo come una siepe, lineare come un cipresso, paziente come una pianta carnivora. Ma attenzione perché l'uomo misterioso le farà un ricatto, probabilmente che include l'utilizzo di un insetticida, e lei sarà disposta a rischiare l'infestazione di afidi nei suoi gerani oppure no?

Pensavo si trattasse dell'ultimo cd di Nek. Invece no, è Tra di noi NESSUN SEGRETO. Ormai tutto è stato sdoganato, pure l'utilizzo del maiuscolo per metà titolo. Così, come se io cominciassi a scrivere normalmente E POI A UN CERTO PUNTO COMINCIASSI A USARE IL MAIUSCOLO SENZA MOTIVO ALCUNO. E ce mettessi pure il sosia de Nek in copertina. Ma perché? Potrebbe pure esse Tiziano Ferro vestito da Nek, ora che ci faccio più attenzione. Che sta cercando tranquillamente di smontarsi un dito. Si vede che è del partito per cui almeno una parte del corpo non è effettivamente necessaria. D'altronde non è riuscito a fasse toglie il collo dal grafico di turno, ce pensa da solo almeno a smontasse un dito.
La smarmellata effetto "vignettatura" di Instagram mi piace moltissimo perché fa risparmiare un sacco sui contorni che, altrimenti, erano davvero un dito sabbiato nel didietro, ammettiamolo. Staggente, sti esseri umani, che se permettono ancora d'annà in giro coi contorni, facendo un dispetto ai grafici. Ma come se permettono? Comunque, Tra di noi NESSUN SEGRETO non è il romanzo tratto dalla combo di Stop! Dimentica e Laura non c'è (purtroppo!), ma racconta la storia di Mathias, un uomo spregiudicato e calcolatore, dice la scheda, che non vuole lasciarsi andare ai sentimenti: né quelli che gli altri provano per lui, né quelli che ptorebbero quasi pe' sbajo, nasce nei profondi antri oscuri del suo cuore. Così, quando il suo incontro con l'ingenua Scarlett muoverà qualcosa nel suo cuore (mo' se dice così eh, se chiama cuore), lui resisterà di brutto perché niente vale più dei soldi. Ma lei ormai è intrappolata nella spirale di piacere e attrazione e, boh, sarà che la certezza che lui riesca anche a smontarsi le dita le mette in testa strane idee, ma la nostra Scarlett farà in modo di non farsi resistere per molto tempo. Un romanzo dall'elevato tasso erotico ma con toni noir. Non so in che senso e non voglio saperlo. 



Per questo lunedì è tutto,  mi auguro che il prossimo LUNEDÌ CI SIANO PIÙ USCITE DEGNE DI NOTA. Non m'è partito il maiuscolo a caso eh, è solo che se lo fa Robin C. non vedo perché non cominciare a farlo pure noi. 
Vi auguro una settimana di Sere Nere e salici piangenti!

8 commenti:

  1. "Pensavo fosse l'ultimo cd di Nek". Hahahaha. Magari!!
    703 ragioni per dire sì... ma chissà perché proprio 703? Sarà il numero delle varietà di piante nel vivaio del tizio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che non so il 703 per cosa sta? Toccherebbe guardare nella smorfia il significato del 7, del 3 e del 70 e poi fare un mix e vedè che esce fuori. Oppure, magari, è il numero di varietà d'insetti che colpiscono i melograni nani, va' a sapè.

      Elimina
  2. Quel "pensavo fosse l'ultimo cd di Nek" m'ha aperta in due HAHAHAHAHA. L'accuratezza.
    Devo dire che se non me lo dicevi te, che era la silhouette di una donna, mica lo capivo. Pensavo fossero fasci di luce a caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No perché, dico, discutiamo questa cosa. Non è chiaramente il sosia di Nek?

      Elimina
  3. Comunque se sommi tutte le trame che hai creato e le scrivi, potresti divenire più prolifica di King lo sai?!? Anche in ferie non riesco a resistere ai tuoi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah la classe non è acqua, è evidente xD

      Elimina
  4. Risposte
    1. Mia madre, la mia vecchia. Pardon, chiamo i miei "i vecchi" da quando facevano Genitori in blue jeans :P

      Elimina